Google+ Il Giullare Cantastorie - Scrittori, artisti e band emergenti: Poesia da Facebook di Giovanni Zunico

martedì 15 luglio 2014

Poesia da Facebook di Giovanni Zunico

sei l'amaro di questa penna
quantunque scrisse dell'immobile tua bellezza
ove caddero dolci pensieri
lasciai morir le mie labbra
attese dalla forza di un abbraccio
spento al di là della memoria di un istante
intenta a te cara
mia adorata dormiente fanciulla.