Google+ Il Giullare Cantastorie - Scrittori, artisti e band emergenti: Poesia da Facebook di Giovanni Zunico

sabato 12 luglio 2014

Poesia da Facebook di Giovanni Zunico

qual tributo a quei morti
spinti dal vento e dalle onde,
ammassati ove un soffio d'aria
fu rifiutato alla vita.
non furono i lamenti ne strazianti silenzi
ad intorpidire le gesta dei molesti.
ruvidi e bestie delle rotte della morte;
funeree lacrime di mamme lontane da quei figli
lasciati in un gemito al loro insopportabile destino.