Google+ Il Giullare Cantastorie - Scrittori, artisti e band emergenti: Per i portici un pomeriggio - Cotrozzi Livio

lunedì 30 giugno 2014

Per i portici un pomeriggio - Cotrozzi Livio

Se ne va per i portici un pomeriggio,

qualcosa da dentro l’ha chiuso fuori,

ancora una volta deve farsi uomo

nel tardo sole di primavera



Trepido segue il vostro gioco,

il sorriso fugace,

i gesti, la gloria mendace,

e cielo patrio che scompare.

Volevi farlo volare nei tuoi pensieri

mentre tu, tentavi di ritrovarti,

per lasciare il ricordo in una poesia.



Spuntano i germogli come orecchie

sul tronco d’un monte scuro

e mentre esplodevano

quel tondo di fuoco nel mezzo al cielo

riscaldava il tuo sguardo di seta liscio e sorridevi.



Ora nel grande vuoto

ondeggiano soli i fiori della magnolia

e tu steso al sole come grano cresce

scompigliato dal vento e dal dolore.



cotrozzilivio©2014