Google+ Il Giullare Cantastorie - Scrittori, artisti e band emergenti: Quelle lontananze di primavera - Stefania Stravato

venerdì 16 maggio 2014

Quelle lontananze di primavera - Stefania Stravato

quale eco
le ha tenute
come polline di calycantus
a nutrire infiorescenze,
dietro la notte degli occhi?

ah, quel violazzurro superbo
in sospensione
che pare inconsueta
la posa del sole alle caviglie 

mentre mi scopro madre 
di un altro giorno di dolore
che mi cresce dentro
e so la lontananza di quelle primavere 

ma guarda, amore
come chiare d'acqua adesso
affiorano nel bianco dei palmi

inestinguibilmente così belle,
che ancora risalgono.