Google+ Il Giullare Cantastorie - Scrittori, artisti e band emergenti: Gli orecchini di perla - Stefania Stravato

sabato 17 maggio 2014

Gli orecchini di perla - Stefania Stravato

Mi incateno ad arte nella fuga, Johann
chè resti l'orlo della veste nel concerto dei due violini 

ma potrei anche entrarci nuda in questo gioco di luce o di silenzio, se vedo 
il cuore nella pupilla di un delfino
e l'onda lunga che gli sorregge il salto

forse non è altro che un giorno in più e pesa grano acerbo e
fiori d'arancio in questi fossi d'estate

che lecco le dita, il sale grattato dai vecchi pontili
l'asprezza del succo di baci mai dati



lo sento dall'alba l'odore di foglia che brucia 
tra le ossa e il respiro, al riparo del petto
e scende, risale le curve
le pieghe, ogni corrente.

controvoglia, mi giro.
tornerò Johann, con gli orecchini di perla 
quando mi sveglierà la luce che sommerge l'esistenza di alghe brune 
negli angoli di mare.
nel frattempo 
la campana suona che la neve viene da lontano, come la fede
e io l'aspetto nella via.